News

Fonte: La Nuova Sardegna

Alghero. La scuola di formazione “Progetto Città 4.0” è entrata nella fase di realizzazione delle proposte. Non solo creazione d’impresa per i circa cinquanta partecipanti all’iniziativa della associazione Maestrale – La forza delle idee , ma anche progetti di cittadinanza attiva e volontariato, a servizio della città. Divisi in quattro gruppi progettuali, si incontreranno domani nella sala del “Laboratorio delle Strategie” di via Morandi per presentare le prime linee d’azione emerse nella scuola di formazione finanziata dalla Fondazione di Sardegna.

Gli iscritti hanno dedicato mesi alla formazione e all’incontro con le istituzioni, da quelle più vicine quali il Comune, la Camera di Commercio e il Parco di Porto Conte, fino al Parlamento europeo e al Consiglio europeo in un viaggio di istruzione tenutosi a Bruxelles lo scorso giugno.

Dopo aver incontrato le più importanti imprese del territorio quali cantina Santa Maria la Palma, Sella e Mosca, Oleificio San Giuliano, Nobento e le realtà del volontariato come Caritas e il Laboratorio delle Strategie, i partecipanti si misurano ora con l’operatività concreta. Protagonisti sopratutto i giovani. 

Il laboratorio “cittadinanza attiva” vuole mettere in rete le realtà associative e formare i più piccoli al senso civico, anche attraverso la realizzazione del consiglio comunale dei giovani.

Il laboratorio “volontariato” vuole invece coinvolgere gli abitanti dei quartieri, identificare i bisogni, offrire risposte con il coinvolgimento delle imprese, stimolare la partecipazione dei cittadini alla vita della comunità. Grande attenzione alle persone con disabilità, agli anziani e alle famiglie. I laboratori dedicati alla “creazione d’impresa” hanno prodotto progetti di innovazione e di impatto per il territorio, in particolare nel settore turistico- ambientale e culturale.

Verrà avviata ora la fase di accompagnamento personalizzato da parte di esperti, fino alla realizzazione dei progetti.

Nelle foto alcuni momenti dell’incontro tenutosi presso il “Laboratorio delle Strategie” di Alghero, lo scorso maggio.